Rosina: Qual vien di loro?
Ha persino il pregio di lasciarti la parte del generoso.
Giacinta: E poi: se non fan pace, N'andr di mezzo io sola.Rosina: Io non son degna D'una tanta cerco donne villahermosa fortuna.Tu l'hai salvato, e ti ringrazio.Sono vecchie come il mondo.Per guarire da ogni nostalgia amorosa non c'è che sperimentare d'essere amato o voluto o bramato o quello che vuoi, da una persona che ci dia ai nervi.Chi non conosce simboli è un ignavo di Dante.Quando i mortali non ne avranno più paura, gli dèi spariranno.A piacere, aggiungere olio doliva.Cassandro: Diavolo, cosa dite?Rosina: Che sussurro, che bordello!Rosina, jeho sestra : Maria Magdalena Haydn (soprán).



Poi ci versammo la benzina e demmo alla ricerca di un paio di internet fuoco.
Fracasso: Altro che amore Per questi avari!
337) Quando arrivai a Roma sul camion che Milo mi aveva trovato ero contento di aver fatto tanta strada e che al mondo ci fossero degli altri paesi, delle città, delle montagne, tanti posti che non avevo mai visto.
Raccontai a Gina di Amelio.Sono immortali e non san vivere da soli.Programma usato: gimp (chi me lo chiede, si prende una patata marcia in testa) kiria pensante scrive: Qualcuno incontro sesso scambio coppia magari si ricorda ancora del T9, quel sistema di scrittura facilitata che imperversava quando ancora esistevano i cellulari con i tasti.Rosina: Io sposer quello che pi mi piace.(19 settembre 1938) L'origine di tutti i peccati è il senso d'inferiorità detto altresì ambizione.Per libertario che sia un giovane, cerca sempre di modellarsi su di uno schema astratto, quale in sostanza deduce dall'esempio del mondo.



Fracasso: Un biglietto a mia sorella?
Comte-Sponville, Petit traité des grandes vertus, PUF, Paris, 1995,.


[L_RANDNUM-10-999]