singolo donne di età superiore ai 30 anni

Chiaramente la necessità di una soppressione precisa del picco prematuro di LH è ancora più avvertita nelle pazienti over 40 che si confrontano di partenza con possibilità di gravidanza davvero ridotte.
È dimostrato che se una donna ha compiuto il 40 anno detà la probabilità donna cerco uomo per di concepire è del 25 ridotta rispetto ad una donna di 35 anni.
Recentemente è stato pubblicato un lavoro che confronta lo short protocol (agonista del GnRH rFSH) ad una modalità di stimolazione che impiega lFSH insieme allantagonista del GnRH e allLH (lLH e lantagonista vengono somministrati in contemporanea quando almeno un follicolo ha raggiunto i.
Ciò costituisce chiaramente un impegno per tutti gli operatori di medicina della riproduzione, perché da ciò deriva probabilmente la migliore strategia terapeutica "pro fertilitate" in questo gruppo di pazienti a pessima prognosi.
Se nel corso dell'anno vengono meno i requisiti che danno diritto all'esenzione (ad esempio la persona disoccupata ha trovato un'occupazione o ha superato i valori di soglia reddituali occorre darne immediata comunicazione alla asst.Entrambe le variabili devono, pertanto, essere tenute in attenta considerazione.Infatti, se si ottengono sei ovociti maturi, si ha teoricamente il doppio delle probabilità di concepire che non con lIVF "allitaliana".È altresì da sottolineare però lalta percentuale di mancata effettuazione del transfer (circa il 50 delle pazienti) cui una strategia terapeutica di tal fatta si associa (9).Tutto questo si ripercuote sullovocita, che come sappiamo è bloccato allo stadio di diplotene della prima divisione meiotica.Fino a qualche anno fa, limpiego dellanalogo agonista del GnRH ha rappresentato lunica arma terapeutica per ottenere tale risultato.Fertil Steril, 84, 313-318.Anche alla luce di questi dati, non appare per nulla peregrino riconsiderare lipotesi del ciclo naturale aggiungendo lantagonista (0.25 mg) nelle ultime fasi della stimolazione (quando si è già selezionato il follicolo dominante ed ha raggiunto almeno i 14 mm di diametro) ed al contempo.I regimi farmacologici "short and ultrashort però, se da un lato permettono di sfruttare leffetto "flare-up" (potente dismissione delle gonadotropine endogene nelle 48 ore successive allinizio della somministrazione dellagonista dallaltro possono indurre anche un massivo rilascio di androgeni, con conseguente riduzione della qualità ovocitaria.È del 2001, però, la dimostrazione forte della maggiore efficacia, in termini di nascite, della fecondazione in vitro rispetto alle inseminazioni (15.5.2 rispettivamente,.0007) in uno studio retrospettivo che ha preso in considerazione 401 cicli eseguiti in donne di età superiore.Bibliografia 1) Broekmans FJ, Kwee J, Hendriks DJ et al (2006) A systematic review of tests predicting ovarian reserve and IVF outcome.J Assist Reprod Genet, 18, 551-556.



11) Van Blerkom J (1997) Can the developmental competence of early human embryos be predicted effectively in the clinical IVF laboratory?
13) Battaglia DE, Goodwin P, Klein NA et al (1996) Influence of maternal age on meiotic spindle assembly in oocytes from naturally cycling women.
22) Schoolcraft WB, Schlenker T, Gee M et al (1994) Assisted hatching in the treatment of poor prognosis in vitro fertilization candidates.
23) The Practice Committee of the Society for Assisted Reproductive Technology, Practice Committee of the American Society for Reproductive Medicine (2006) The role of assisted hatching in in vitro fertilization: a review of the literature.Quella più accreditata è la cosiddetta production line hypothesis, per cui la qualità degli ovociti è determinata durante la vita fetale; gli ovociti migliori sono ovulati prima, per cui verso il tempo ultimo della vita riproduttiva rimangono gli ovociti di peggiore qualità (8, 9).Il blocco immediato del rilascio delle gonadotropine determina, infatti, come conseguenza, una riduzione improvvisa delle concentrazioni di LH (che in circa un terzo dei cicli diventano indosabili) ed estrogeni in circolo, con ripercussioni negative sulla crescita endometriale.Sarebbe allora opportuno per tutti comprendere che la medicina può tentare di migliorare dei fenomeni biologici ma non può modificare la storia naturale degli eventi o addirittura invertirne il corso.Validità del, codice in ambito specialistica, validità del, codice in ambito farmaceutica, e01.20) Seng SW, Yeong CT, Loh SF et al (2005) In-vitro fertilisation in women aged 40 years and above.



9) Ubaldi FM, Rienzi L, Ferrero S et al (2005) Management of poor responders in IVF.


[L_RANDNUM-10-999]