rapporto solo sporadici alicante

Secondo l'accusa fra le donne sedotte vi erano 21 indiane, otto spagnole (fra queste una sua prossima parente) inoltre otto mulatte, quattro meticce e quindici la cui identità non si poteva stabilire.
Egli sapeva che già da alcuni anni i più eminenti Gesuiti lo perseguitavano come eretico per i suoi scritti e le sue prediche, ma non era affatto risentito per questo atteggiamento e pregava solo Dio di incontri gratis per adulti proteggere coloro che lo avevano accusato.
La lotta continuò incessantemente, da una parte per dare carattere nazionale al Santo Uffizio della Spagna e dall'altra per mantenerlo sotto la supremazia pontificia.
Il ministro di Venezia in Spagna, Contarini, descrive nel 1605 il paese come una grande massa affamata sotto un Sovrano indolente attorniato da ministri avidi di guadagni, corrotti ed incapaci.Molti mali avrebbero potuto essere evitati se le riforme prescritte dal Consiglio di Trento fossero state introdotte nella legislazione.Il Generale Flores poté dunque vantarsi del successo ottenuto che l'Inquisizione era molto intralciata nella propria azione dal fatto che il Morelos venne reclamato ripetutamente da altri Tribunali, ciò che dimostrerebbe che in quel tempo nessuno si fidava più del Santo Uffizio.Inquisiziontato La forza dell'Inquisizione spagnola era dovuta alla sua grandiosa organizzazione e all'abilità dei suoi capi, di piegare il potere della Corona secondo il loro volere.Questi argomenti non fecero altro che rafforzare il Re nella sua primitiva decisione e quindi il trattato fu respinto.Le Province Romane e Toscane erano rette da due Inquisitori per ognuna, mentre la provincia di Spoleto - quello appartenente.Il giorno seguente l'Inquisitore abbandonò la città, ma siccome apprese, che il Venegas aveva dichiarato, di volersi recare in Spagna, per presentare lagnanza alle autorità superiori, lo fece arrestare nuovamente.Su uno prendevano parte i penitenti, con la loro guardia macabra, sull'altro gli inquisitori, i dipendenti e tutte le autorità civili ed ecclesiastiche, mentre le finestre delle case adiacenti erano riservate alle notabilità del paese ed alle loro famiglie.Nell'Ottobre 1626, il seggio di inquisitore veniva occupato da Juan Gutierrez Flores, il quale, per ordine del Vescovo Manozca, dovette fare un rapporto segreto, che riuscì molto sfavorevole per il suo predecessore.Incominciò una nuova carriera nell'Europa settentrionale e, come uomo pratico dell' alchimia e della scienza scientifica, ebbe un successo che persino Cagliostro avrebbe potuto invidiargli.



Questo divieto venne però astutamente eluso.
Il momento massimo dellarte musicale spagnola si ebbe nel 16 sec.
A quanto si diceva egli lottò ventiquattr'ore con la morte, pronunciando preci.L'inquisitore riconobbe che i nominati erano tutti valenciani, lo inviò in quella provincia, dove l'individuo non tardò a denunciare circa quattrocento persone; era un sarto ambulante e quindi aveva esteso circolo di conoscenze.Il potere reale si manifestò maggiormente quando Filippo III, nel 1614, ordinò alla Suprema di riservare un seggio in soprannumero al suo confessore, frà Alliaga, che doveva avere la precedenza gerarchica e ricevere un onorario di quindici ducati.Nithardt prese posto in una delle due, ma non portò con sè altro che il suo breviario.Manfredo e Carino li seguivano a piedi e giunti a un posto abbandonato che sembrava il più adatto, gli piombarono addosso.Goffredo, cardinale di San Marco e legato del Papa si assunse il compito di sedare una sollevazione a Bergamo e fece mettere l'accordo fra i vani partiti.Fin dalla metà del 16 sec.Fino alla morte di Federico, la Lombardia fu per loro un porto sicuro.

La rapida occupazione della città non incontrò nessuna resistenza e questo evento importante, che tanta influenza avrà poi sul destino della Spagna, si compì con facilità incredibile.


[L_RANDNUM-10-999]