Erano inoltre utilizzati corti giavellotti, con punta di ferro, destinati alla fanteria leggera ma usati anche dalla cavalleria.
Fu Lepido a mediare tra Antonio e Cesare figlio e da questa mediazione nacque il triumvirato: non unalleanza privata come era stato il primo triumvirato costituito nel 60 da Pompeo, Cesare e Crasso, ma una vera e propria magistratura sancita da una legge che affidava.
Il Senato divenne improvvisamente molto disponibile, comprese improvvisamente che non si trattava di un ragazzo qualsiasi, e un po' per timore ma un po' anche per simpatia lo elesse Console per sostituire ambedue i Consoli da poco defunti, gli ratificarono la sua adozione, gli versarono.
Per salvare ciò che rimaneva del suo regno, lultimo sovrano indo-greco Hermaios, si alleava con Kujala Kadphises, fondatore della dinastia Kusana, che alla morte di Hermaios, prendeva pacificamente possesso della Paropamisadae, ponendo fine alla storia dello stato indo-greco.Per non parlare del fatto, non certo trascurabile, che si era proclamato divi filius, Ottaviano rivestiva la tribunicia potestas, i cui elementi erano già, uno per uno, presenti nei poteri di Cesare, e assumeva, a suo tempo e in modo regolare, quel pontificato massimo che era.Infatti se corrisponderebbe per Augusto, non corrisponde affatto per Cesare.Così usò il suo nome, e promise ai soldati forti taglie sui suoi nemici.La movimentata caccia al leone ricorda le imprese dei re assiri nelle loro riserve, ma è svolta con un piglio fabulistico estraneo ai modelli orientali.Comincia la produzione di pìthoi decorati a rilievo, per continuare poi sin quasi alla fine del VI secolo.Chaos si ricollega ai verbi chaino, chasko, aprirsi, spalancarsi, sbadigliare.Ora la spartizione era più lauta per Ottaviano che poteva concedere maggiori elargizioni ai soldati per averli dalla sua parte.Arballoi e alàbastra sono spesso decorati con ununica figura, che si dilata a coprire tutta la superficie del vaso; frequente è un personaggio alato con il corpo anguiforme, convenzionalmente chiamato «Tifone».Le forme del gruppo B( a ) sono alte e slanciate, la decorazione è limitata alla parte anteriore, sulla spalla e sul collo.Decorazione sul corpo centrale: Eracle e Deianira su un carro trainato da cavalli alati.



I vasi del gruppo di Cuma, così chiamati dal luogo di ritrovamento di alcuni di essi, sono decorati con elaborati viluppi vegetali che interpretano con libertà spunti orientali; sul collo delle oinochóai si conserva ancora la decorazione a uccelli e file di sigma.
Antonio si recò a a Brundisium per reclutare la sua armata ma la risposta non fu incoraggiante.
Gruppo scultoreo con Borea e Orizia (forse acroterio).
Pertanto il capricorno di Augusto non è un simbolo, o almeno divenne il suo simbolo ma derivava dalla posizione della sua luna nel capricorno, da qui la scelta del simbolo su diverse sue legioni, e il suo famoso anello con cui siglava i suoi scritti.
Su un hypokratrion dello stesso Pittore, pure a Berlino, una generica sfilata di personaggi riccamente vestiti acquista invece significato mitologico grazie alliscrizione «Menelas» dipinta chat con donne anziane accanto a uno di essi.Lopera datata su basi stilistiche al.C.A Roma gli astrologi badavano soprattutto al segno in cui il soggetto aveva la luna.Un repertorio orientalizzante si forma timidamente appena nel secondo venticinquennio del VII secolo: sfingi, lenti a contatto monouso prezzi animali, ornati curvilinei, motivi vegetali.Con il corso del tempo lelemento indigeno tende a prevalere su quello greco nella composizione demografica di questi centri, e, consequenzialmente nella fanteria greco-battriana; lo stesso discorso è applicabile ai regni Indo-greci.I pezhetairoi erano privi di corazza, la protezione veniva essenzialmente dalla lunghezza delle sarisse.Non è tutto: associati alla sinistra schiera delle Mischie, dei Combattimenti, degli Omicidi e delle Stragi tutte le forme della morte violenta si presentano i Discorsi ingannevoli ( Pseudees Logoi che rimandano sicuramente al cicaleccio amoroso delle fanciulle con le loro astuzie ingannevoli ( exapatai.



Bruto era stato nominato da Cesare Governatore della Gallia Cisalpina e ad Antonio aveva concesso la provincia di Macedonia.
Le figure sono a silhouette e a contorno, le donne portano ampie vesti coperte di punti, i cavalli, delicati e nervosi, hanno una criniera a lunghe ciocche ondulate indicate a graffito.

[L_RANDNUM-10-999]