Come tante ore fa che cerco coppia che vuole adottare una a una fecero il tempo e ricerca per coppia gay in panama l'oblio fino a chiamarsi, infine, forse, morte, morte, brutta parola, terra nera in cui Josie Bliss riposerà irata.
Bisognò nascere e fu tardo nascer davvero, lento, palpare, conoscere, odiare, amare; tutto questo ha fiori e spine.
Fortunatamente, Alessandro Acciai fa sapere che i figli di Ilario Pranzini (che stanno a Santiago) sono riusciti a contattare il padre: la casa è seriamente danneggiata ma sono tutti vivi.16:13 Cile annulla due amichevoli della contatti donne tudela nazionale di calcio Il Cile ha deciso di annullare le due amichevoli contro Costa Rica e Corea del Nord entrambe in programma mercoledì per il tragico terremoto che ha causato la morte di oltre 300 persone.Me n'andai così da tutte le lingue, ripetei gli addii come una porta vecchia, cambiai cine, ragione, tomba, me ne andai da ogni parte ad altra parte, continuai ad essere e a rimanere mezzo smantellato nella gioia, nuziale nella tristezza, senza sapere mai come.Madide, nel libro d'amore il capitolo aperto che indica all'amore ciò che deve e qui si stabilisce con miele lamicizia vera: quella di coloro che accolgono la felicità senza impallidire di nevralgia e innalzano la coppa d'oro in onore dell'onore e dell'amore.LA SOLltudine Quel che non accadde fu così improvviso che rimasi lì per sempre, senza sapere, senza che mi sapessero, come sotto uno scranno, come perduto nella notte: così fu quel che non tu, così rimasi per sempre.Egli incarnò la direzione del giorno quando chiese opinioni alla luce e la sua sapienza fu prestata come a tutti gli uomini: se si lascia dimenticata come una veste torna ad esser di nuovo un essere nudo e la sua passione avrà premio o castigo.Gli ultimi carretti degli indios, una luce indecisa e il fumo della selva bruciata che giunge fino alle strade con gli aromi rossi, la cenere dell'incendio lontano.Ma in quattro ore di viaggio non appare un solo mezzo di soccorso, una camionetta dellesercito, una ambulanza.Nella pioggia, nella guerra, nell'ira o nell'oblìo il suo terribile dovere era durare.



GLI abbandonati Non solo il mare, non solo costa, schiuma, uccelli di non sottomessa potenza, non solo quei grandi occhi e questi, non solo la luttuosa notte coi suoi pianeti, non solo l'albereto con la sua alta moltitudine, ma dolore, dolore, il pane dell'uomo.
La maggior parte delle case è a un piano e di legno, e i palazzi costruiti con norme antisismiche".
Io confesso il mio peccato puro!
Anche, senza dubbio alcuno, ma che ci accresca, che ci allunghi, che ci faccia freddi, che ci rediga tanto l'ordine del pane come quello dell'anima.
E quando a poco a poco si fece timpano, andò congelando la sua anima rarefatta dall'impeccabile solitudine del freddo e così quell'ingegnere dell'amore costruì il padiglione della sventura.II bagno mi incitava con prenatale calore a immergermi e accoccolai il mio corpo nella pigrizia.Rosaura, autunno, lontano luna di miele sottile, campana taciturna: tra noi due lo stesso fiume, il Mapocho che fugge rodendo le pareti e le case.Così passò quel giovedì quando tra le rocce non avevamo piedi e poi quando non avevamo lingua, l'avevamo sciupata senza saperlo, dicevamo di sì senza sapere come e tra sì e sì restammo senza vita tra i vivi e rutti ci guardavano e ci credevan.Zinco e legname, moli sdentati pini delle rive, magazzini con Fagaldes, Mariettas, case di rampicanti e Parodis, e una casa tra tutte dove entrammo mamadre, sorella, bimbi e materassi.Così, in questo Paese della Fine del Mondo, sono i cileni: caparbi, rassegnati e capaci di superare i momenti più terribili.La maschera del bimbo andò cambiando, s'affinò la condizione dolente, acquietò il suo cangiante potere; lo scheletro si mantenne fermo, la costruzione dell'osso si mantenne, il sorriso, il passo, un gesto volante, l'eco di quel bimbo nudo che uscì da un lampo, ma la crescita.Avanti, usciamo dal fiume soffocante in cui con altri pesci navighiamo dall'alba alla notte migratoria e ora in questo spazio scoperto voliamo alla pura solitudine.

Terusa aperta tra i papaveri, scintilla nera del primo dolore, stella tra i pesci, alla luce della pura corrente genitale, uccello violetto del primo abisso, senza alcova, nel regno del cuore visibile il cui miele inaugurano i mandorli, il polline incendiario della ginestra agreste,.


[L_RANDNUM-10-999]