I valori di calcolo per le proprietà del materiale a partire dai valori caratteristici si assegnano quindi con riferimento combinato alle classi di servizio e alle classi di durata del carico.
Particolare attenzione andrò posta nel garantire che le caratteristiche delladesivo e la sua adesione allacciaio e al legno siano compatibili con la durabilità della struttura, sulla base di evidenze sperimentali o specifici test di laboratorio, nelle condizioni di temperatura e umidità che saranno presenti per.
La tecnologia del legno lamellare ha permesso di superare le limitazioni dimensionali dei cercare pareja da internet bolivia singoli elementi in legno massello, permettendo la copertura di grandi luci con strutture portanti leggere, con una buona resistenza meccanica e al fuoco.
4.4.III; kmod è un coefficiente correttivo che tiene conto delleffetto, sui parametri di resistenza, sia della durata del carico sia dellumidità della struttura.I metodi di calcolo per la valutazione della resistenza e della deformazione dei singoli mezzi di unione, per quanto indicato nel.4.9 della Circolare.Il valore caratteristico Xk può anche essere determinato mediante prove sperimentali sulla base di prove svolte in condizioni definite dalle norme europee applicabili; M è il coefficiente parziale di sicurezza relativo al materiale, i cui valori sono riportati nella Tab.Il legno lamellare, ottenuto mediante lincollaggio di assi di legno in modo da formare elementi strutturali, è un materiale industriale e pertanto si può intervenire per migliorarne le condizioni di esercizio e di sicurezza.Esempi di calcolo, gerhard Schickhofer, Andrea Bernasconi, io cerco un uomo per fare l'amore madrid Gianluigi TraettaEsercizio pratico attraverso alcuni esempi di calcolo della struttura in legno: calcolo della tettoia dellatrio di un impianto di produzione e esempio di calcolo di una copertura semplice(763.07 kB, pdf).Perni e bulloni di diametro d superiore a 16 mm non devono essere utilizzati nei collegamenti legno-legno e legno-acciaio, eccezion fatta quando essi siano utilizzati come elementi di chiusura dei connettori e tali, quindi, da non influenzare la resistenza a taglio.La resistenza al fuoco si può definire come la capacità di un manufatto di svolgere la propria funzione dal momento in cui viene investito da un incendio.



Le strutture in legno offrono una buona resistenza meccanica, un forte potere termocoibente e una buona resistenza al fuoco nonostante sia un materiale combustibile.
Con lutilizzo del legno lamellare non si riscontrano i difetti tipici del legno massello, ovvero deformazioni da ritiro e limitazioni dimensionali.
Il comportamento reologico del materiale ha un effetto diretto sulla resistenza e sulla deformazione del legno.È sempre da evitare che prima del raggiungimento della resistenza dellunione, si attivino meccanismi di rottura di tipo fragile come: - spacco, - espulsione di tasselli di legno in corrispondenza dei singoli connettori, - strappo lungo il perimetro del gruppo di mezzi di unione.A differenza di quanto accade per altri materiali da costruzione è quindi di fondamentale importanza tener conto della correlazione esistente tra il tempo di permanenza dellazione sulla struttura e le caratteristiche di resistenza e deformabilità del materiale.I requisiti richiesti di resistenza, funzionalità e robustezza si garantiscono verificando gli stati limite ultimi e gli stati limite di esercizio della struttura, dei singoli componenti strutturali e dei collegamenti.Termini e condizioni duso, in collaborazione con.La resistenza a trazione della sezione netta dellelemento ligneo o delleventuale piastra metallica va comunque verificata.Per connessioni a comportamento fragile si dovrà verificare che la capacità portante della connessione sia almeno pari a sei volte la sollecitazione di esercizio della connessione.



Per quanto riguarda la durabilità, particolare attenzione verrà posta alla sensibilità del legno al biodegradamento, principalmente per azione di funghi ed insetti xilofagi.
Il legno è un materiale di origine biologica e pertanto le sue caratteristiche fisiche e il suo comportamento meccanico sono strettamente legati allanatomia della pianta di provenienza.

[L_RANDNUM-10-999]